31 Luglio, 2021
HomeSportIl Green Basket Palermo resiste trenta minuti ma non basta, Ragusa vince...

Il Green Basket Palermo resiste trenta minuti ma non basta, Ragusa vince il derby

Non bastano più di tre quarti ben giocati dal Green Basket Palermo, che cede il passo alla Virtus Ragusa. Gli iblei ritrovano il successo dopo 5 sconfitte consecutive vincendo il derby salvezza al PalaPadua per 74-57. I palermitani restano in partita per il oltre 30’, credendo nella rimonta fino alla fine, ma non riuscendo a tenere il passo degli avversari nei momenti decisivi del match

IL MATCH

Pronti via e Caridi di fa subito sentire in penetrazione su assist di Bedetti; Ragusa reagisce subito con la tripla di Mastroianni, ma capitan Lombardo replica con una delle sue bombe. Una palla persa in transizione riporta i padroni di casa sul -1, poi è ancora Mastroianni a punire dall’arco riportando avanti i suoi. Caridi fa valere la propria fisicità sotto canestro (il 50% dei rimbalzi per il Green è merito suo), e con le due squadre che concretizzano meno di quanto in realtà creato il punteggio resta inchiodato sull’8-6 a metà parziale. Bedetti e Boffelli impattano la parità dalla lunetta, ma è ancora Mastroianni a far male alla difesa palermitano colpendo con la terza tripla di serata. Coach Mazzetti cambia qualcosa con gli ingressi di Gentili, Guerra e del nuovo arrivo Martino, ed è proprio il play n.9 a concretizzare il gioco da 3 punti (canestro + libero concretizzato) per la nuova parità. Iurato e Chessari piazzano il +3 Ragusa, vantaggio che resiste fino alla sirena dei primi 10’, che si chiudono 15-12 in favore dei padroni di casa.

Lo stesso Iurato batte il primo colpo del secondo periodo con la tripla del +6, la reazione del Green arriva in transizione con i primi punti biancoverdi di Diego Martino; Ragusa vola però sul +7 con la tripla di Sorrentino, che diventa +9 con Sarafia costringendo coach Mazzetti al time-out. Il vantaggio di casa aumenta ancora con la bomba di Sorrentino, serve la mano di Caridi dalla media per interrompere l’emorragia con 6 punti di fila che riportano il divario sulla singola cifra. Il lungo n.22 è l’unico finalizzatore delle azioni offensive palermitane, consentendo ai biancoverdi di mantenersi sulle 10 lunghezze di svantaggio; lo stop per il problema fisico a Chessari porta, nell’azione successiva, i primi punti di serata per Boffelli che concretizza il  canestro+libero supplementare per il -8. Ragusa non molla la presa, e serve la tripla di Martino a 30” dall’intervallo per rimanere ancora agganciati nel punteggio. Di Marco approfitta di una dormita colossale dei padroni di casa per un contropiede che sulla sirena dei 20’ sigilla la prima metà di gara sul 38-30.

IL FINALE

La ripresa è un testa a testa repentino tra le due compagini, con Bedetti a lottare come un leone tra rimbalzi e azioni personali, concretizzando diversi punti dalla lunetta. Ragusa trova il +14 con Mastroianni, mentre il Green tra sfortuna e imprecisione fallisce qualche azione offensiva di troppo, forzato anche dalla buona difesa iblea. Bedetti con la mancina trova un bell’appoggio a tabellone, seguito a ruota da Drigo che fa -10. Gentili si fa sentire dall’arco per il -8 con tanto di urlo liberatorio. L’appoggio di Drigo chiude il terzo periodo sul 51-42 che lascia ancora margine alla possibile rimonta dei palermitani.

Caridi firma subito il -7, ma Sorrentino ricaccia indietro Palermo. La reazione del Green però non si arresta e ancora con Caridi e l’azione da tre (canestro con fallo) di Gentili vale il -6, che diventa anche -4, ma in pochi secondo Mastroianni e Sorrentino riportano Ragusa sul +10. È il break che chiude il match, perché i ragazzi di coach Mazzetti non trovano più la via della retina, vedendo gli avversari andando sempre più lontani. Nel finale non bastano i punti di Boffelli e Martino, perché i padroni di casa si portano a casa i due punti importanti per la lotta salvezza.

 

Rispondi

Commenti Recenti

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi