16 Giugno, 2021
Home News Quattro chiacchere con Massimiliano Lombardi tecnico federale FIN

Quattro chiacchere con Massimiliano Lombardi tecnico federale FIN

Non si ha sempre la fortuna di poter assistere agli allenamenti della Nazionale di mezzofondo in vasca e fondo in acque libere. Lo avevamo già fatto con Fabrizio Antonelli e il suo gruppo con Greg Paltrinieri & Co. e ne avevamo tratto spunti di discussione in un precedente articolo, ora il tutto viene ribadito e probabilmente ampliato parlando con Massimiliano Lombardi, pistoiese doc, e da decenni Tecnico Federale FIN in vari settori che spaziano dai misti, dalla 4×200 e ora nel mezzofondo e fondo.

In queste tre settimane Lombardi, coadiuvato dall’ex plurimedagliato fondista di acque libere Andrea Volpini, ha svolto un collegiale di allenamenti a Siracusa presso la Cittadella dello Sport, con tre grandi atlete del nuoto di fondo come Giulia Salin, Ginevra Taddeucci e Giulia Gabrielleschi.

Doppi allenamenti quasi tutti i giorni per un totale di almeno cinque ore totali, più palestra e alcune uscite in mare sono state il pane quotidiano per il gruppo di lavoro di Lombardi e Volpini in una cornice spettacolare come Siracusa e tutto quello che offre un autentico paradiso del nuoto come la Cittadella dello Sport intitolata a Paolo Caldarella.

Tanti i ringraziamenti da parte di Lombardi in primis al Vicepresidente della FIN Giuseppe Marotta e a tutto lo staff del C.C. Ortigia del Presidente Valerio Vancheri e per noi Tecnici di nuoto una grande possibilità di scambio culturale e tecnico, oltre che umano. Diversi gli argomenti affrontati con Massimiliano Lombardi in particolare gli obiettivi di questo collegiale contraddistinto da tre settimane di carichi progressivi in vista della 10 km a Doha del prossimo 13 Marzo per Giulia Gabrielleschi, gli Italiani Assoluti di fine mese a Riccione e le eventuali qualifiche ai prossimi Campionati Europei di Budapest per Giulia Salin e Ginevra Taddeucci.

Il tempo scorre veloce con Lombardi, tra una serie di velocità in acqua con serie da 8×25 cronometrate e 2×50 con partenza da fuori, e blocchi di recupero in aerobico/soglia da oltre tre chilometri con l’ausilio di palette, pinne ed elastici ai piedi, e si parla un po di tutto; dalla preparazione degli Esordienti B, alla cura del talento, all’errore della specializzazione precoce, le grandi sfide tra il ‘suo’ Vanni Mangoni e il ‘nostro’ Luca Marin, le qualificazioni olimpiche con finali per Alice Nesti in un recente passato, tutto bello ed interessante, coinvolgente…

Quello che colpisce in Lombardi, oltre che la grande preparazione ed esperienza è la grande umiltà e una naturale predisposizione allo scambio e trasmissione di un sapere che lui ritiene giusto da condividere con gli altri, Tecnici o addetti ai lavori che dir si voglia.

Per Lombardi il nuoto non è solo un lavoro, ma passione ed empatia con i suoi atleti, riuscire a valorizzarli e portarli ai loro massimi espressivi in termini di prestazione e risultati diventa quasi un ‘must’ incontrovertibile e non disposto a compromessi di sorta.

Nell’ultima seduta di allenamento assistiamo ad un ultimo lavoro in massimo consumo costituito da tre serie di 2×400 a 6 minuti che le ragazze affrontano con medie di percorrenza tra i 4’28 ed i 4’32. Inevitabile per Lombardi una certa soddisfazione del lavoro svolto e di questo test finale che lo porta ad esclamare sottovoce…”certo che se si potesse chiudere l’ultimo 400 metri della 10 km con questi tempi non ce ne sarebbe per nessuna…”.

Arrivederci a Massimiliano Lombardi ed Andrea Volpini, Siracusa sarà sempre disponibile per Voi, ma ecco che nel mentre arriva un altro gruppo di atleti eccezionali comandati da Giacomo Carini, della Canottieri Vittorino da Feltre di Piacenza in odore di qualifica olimpica nei 200 farfalla e la fondista aggregata dalla Nuotatori Milanesi Alisia Tettamanzi in preparazione per gli Italiani, così come il C.C. Ortigia ospita nelle sue corsie il giovane fortissimo ranista Andrea Savoca della Sicilia Nuoto, a causa dell’indisponibilità su Catania di vasche da 50 metri, non c’è tempo per riflettere, ma solo di ammirare altri talenti e campioni e parlare con i loro allenatori….a presto!

Rispondi

Commenti Recenti

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi