4 Agosto, 2021
HomeNewsConi, Costa incontra Malagò a Roma: “Nasce a Palermo il Museo internazionale...

Coni, Costa incontra Malagò a Roma: “Nasce a Palermo il Museo internazionale dello sport”

“Un museo in uno spazio en plein air su una superficie di oltre ventimila metri quadrati già individuata e disponibile per l’allestimento. Un museo che, nella prospettiva della promozione di una sana cultura sportiva – con interessamento di istituti scolastici, università, associazioni operanti nel territorio e partner internazionali, con i quali sono già stati sottoscritti protocolli d’intesa – sarà totalmente gratuito per visitatori e fruitori”. 

È stato presentato a Roma il progetto condotto da Massimo Costa, in visita al presidente nazionale del Coni Giovanni Malagò. «Nelle prossime settimane indicheremo pubblicamente la sede del museo – dice Massimo Costa – È nostra intenzione ospitare e mettere in mostra cimeli, oggetti, documenti, giornali, opere d’arte (alcune delle quali realizzate appositamente da artisti di caratura internazionale), filmati, miniature. Lo faremo a Palermo, città che nella storia è stata una capitale anche sportiva, specie in età pionieristica. Dal capoluogo della Sicilia intendiamo instaurare un dialogo con il mondo, parlando la lingua universale dello sport. Per questo abbiamo pensato al Museo internazionale dello sport». L’inaugurazione del Museo internazionale dello sport è prevista per il 15 settembre 2021. “La nostra iniziativa progettuale – prosegue Costa – prende corpo nel 2020 e nel 2021. Risente, inevitabilmente, delle conseguenze comportamentali scaturite nel biennio che ha caratterizzato il mondo per la pandemia Covid Sars. L’inaugurazione sarà un punto di partenza e non di arrivo. Il Museo ospiterà anche delle mostre temporanee, avvalendosi del dialogo con varie anime del mondo dello sport, con il Coni e con le Federazioni che vorranno spazi per raccontare la loro parte di storia. Consideriamo il nostro polo museale uno spazio aperto, non soltanto in termini logistici – dato che, ribadiamo, la nostra è una dimensione en plein air – ma anche nei contenuti. Il nostro desiderio è dare una casa permanente alla memoria dello sport, forti di una serie di donazioni di collezioni private che ci sono già state consegnate. Conoscere e celebrare il passato, anche con approccio critico, per guardare con slancio e consapevolezza al futuro.”

Rispondi

Commenti Recenti

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi