4 Agosto, 2021
HomeSportCiclismoNella primavera Piemontese sboccia Fiorelli. Vince Merlier, ma il siciliano incanta...

Nella primavera Piemontese sboccia Fiorelli. Vince Merlier, ma il siciliano incanta con uno sprint maestoso

Grande prova di Filippo Fiorelli nella seconda tappa Rosa

In una tappa dall’arrivo scontato, a vincere è stato un atleta del Belgio. Corsi e ricorsi storici. Evidentemente Novara porta bene ai ciclisti di quella nazione. Qui infatti  Eddy Merckx nel giro del 1968 vinse la tappa e indossò la prima maglia rosa della sua carriera. Oggi in questo lembo di pianura piemontese, Tim Merlier ha bruciato i più quotati candidati alla vittoria finale con un’imperiosa volata  lasciando poco spazio ai dettagli. Onore al vincitore. Ma applausi al siciliano Filippo Fiorelli. Il ficarazzese continua a ottenere prestigiosi e in questo inizio di Giro non si è fatto scappare l’occasione per mettere la firma nella top10.

In un arrivo adatto ai velocisti, dove vi erano delle vere e proprie corazzate (la Lotto Soudal per Caleb Ewan, la Alpecin-Fenix per Tim Merlier, la Jumbo-Visma per Dylan Groenewegen) la Bardiani ha giocato tutte le sue carte pilotando Fiorelli al traguardo. Poteva andare meglio se nel convulso finale non ci fosse stata qualche sbandata di troppo che ha danneggiato proprio il ragazzo della Bardiani. Il ficarazzese all’arrivo ha dichiarato: “Pur non essendo un velocista puro, sono io l’atleta designato in caso di arrivi di gruppo, per provare lo sprint. Rispetto allo scorso anno ho preso molta più fiducia, oltre alle due top10 ho realizzato una vittoria e podi in altre gare sempre allo sprint e quindi so di poterci stare in arrivi come questo. Nel finale una sbandata di Gaviria che ho temuto cadesse mi ha fatto frenare e perdere contatto dagli atleti davanti a me anche se non credo che sarei riuscito comunque a saltare ulteriori posizioni. Buon settimo posto considerando le mie caratteristiche, in attesa della tappa e della fuga giusta.”.  Arrivo di tappa
1 MERLIER Tim Alpecin-Fenix 4 h 21′ 09″
2 NIZZOLO Giacomo Team Qhubeka s.t.
3 VIVIANI Elia Cofidis, Solutions Crédits s.t.         4 GROENEWEGEN DylanTeam Jumbo-Visma s.t 5 SAGAN Peter BORA – hansgrohe s.t.6 MOSCHETTI Matteo Trek – Segafredo s.t.

7 FIORELLI Filippo Bardiani-CSF-Faizanè s.t.
8 NAESEN Lawrence AG2R Citroën Team
s.t.
9 CIMOLAI Davide Israel Start-Up Nation
s.t.
10 EWAN Caleb Lotto Soudal s.t.

La classifica generale vede in rosa Filippo Ganna, con 13″ di vantaggio su Edoardo Affini (Jumbo), 16″ su Tobias Foss (Jumbo), 20″ su Remco Evenepoel e João Almeida (Deceuninck), 21″ su Rémi Cavagna (Deceuninck) e Jos Van Emden (Jumbo), 22″ su Max Walscheid (Qhubeka Assos), 25″ su Matthias Brändle (Israel) e 26″ su Gianni Moscon.

Domani la Biella-Canale di 190 km pur nascondendo qualche insidia appare favorevole ai velocisti.

 

Rispondi

Commenti Recenti

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi