22 Maggio, 2022
HomeNewsMorta Letizia Battaglia, storica fotoreporter palermitana apprezzata in tutto il mondo

Morta Letizia Battaglia, storica fotoreporter palermitana apprezzata in tutto il mondo

Dal Giornale L'Ora alle più importanti agenzie di stampa internazionali, è stata un riferimento per la fotografia ed il giornalismo

Letizia Battaglia, (Palermo 1935),  si è spenta ieri all’età di 87 anni. È stata una storica  fotoreporter conosciuta ed apprezzata nel mondo della fotografia e del giornalismo, collaborando con le più importanti agenzia di stampa mondiali.  “Insignita di numerosi premi come l’Eugene Smith e l’Eric Salomon Award, ha collaborato con le più importanti agenzie giornalistiche mondiali. Ha raccontato, con le sue immagini, una Palermo martoriata dalla guerra di mafia. Tra la fine degli anni 80 e i primi anni ’90 si è occupata anche di politica, ricoprendo la carica di consigliera comunale con i Verdi in una delle giunte Orlando. “Palermo – dichiara il primo cittadino – perde una donna straordinaria, un punto di riferimento. Letizia Battaglia era un simbolo internazionalmente riconosciuto nel mondo dell’arte, una bandiera nel cammino di liberazione della città di Palermo dal governo della mafia. In questo momento di profondo dolore e sconforto esprimo tutta la mia vicinanza alla sua famiglia”

“È stata lucida e attiva fino alla fine”, – racconta la figlia Patrizia Stagnitta. “Mia madre non si fermava mai. Malgrado le sofferenze della malattia e le difficoltà di movimento continuava ad avere tanti contatti, a partecipare a incontri anche all’estero e ad affrontare perfino lunghi viaggi. Proprio la settimana scorsa era andata a Orvieto per partecipare a un workshop. La grande voglia di vivere non le era mai passata”. Negli ultimi tempi, ricorda ancora Patrizia Stagnitta, era costretta a usare la sedia a rotelle. Fino a questa mattina Letizia Battaglia era lucida e presente. Poi c’è stato un improvviso peggioramento delle condizioni. “È accaduto tutto all’improvviso tanto che  non ci ha dato il tempo di capire che se ne stava andando”. 

Rispondi

Commenti Recenti