Farmitalia mette paura alla Lube e cede solo al quinto

di Nunzio Currenti

Per tre set mette sotto la quarta forza del campionato, la Lube Cucine Civitanova. E questi conferma che, a prescindere dalla sconfitta per 3-2, la Farmitalia è più viva che mai e proverà sino alla fine a conservare un posto in SuperLega. La formazione di Peppe Bua, davanti ad un pubblico di 1800 persone che si entusiasma e che la sostiene passo dopo passo, s’impone nel primo set e domina nella terza frazione di gioco, ma purtroppo non riesce a tenere fino in fondo, cedendo la vittoria al quinto.

Coach Giuseppe Bua si affida ad Orduna con il braccio macchina da punti Buchegger, Tondo e Masulovic al centro, Massari e Randazzo di banda, con il libero Cavaccini, mentre Blengini schiera inizialmente in campo Chinenyeze (mvp) della partita), Lagumdzija, De Cecco, Anzani, Bottolo, Yant, con il libero Balaso.

Blengini ritorno speciale al PalaCatania

Per Blengini un ritorno speciale al PalaCatania visto che in questo impianto giocò nel 2018 alla guida dell’Italia la partita amichevole con la Nazionale vinta contro l’Australia: in campo con gli azzurri c’era proprio Luigi Randazzo, oggi baluardo offensivo della Farmitalia.

Bua soddisfatto ora punta Milano

Abbiamo visto una grande pallavolo. – dice coach Giuseppe Bua senza esitare – Siamo entrati in campo subito con il giusto atteggiamento. Lube, una grandissima squadra, ha fatto bene con il servizio e con il muro ci ha messo seriamente in difficoltà, ma i ragazzi ci hanno creduto dimostrando di essere una squadra viva che crede nella salvezza e lavora per questo. Finalmente è arrivato un punto, da questo ripartiamo per la prossima sfida contro Milano”.

Se ancora una volta in campo Buchegger è stato il top scorer con 27 punti, di banda i suoi alfieri Randazzo (16) e Massari (17) non sono stati da meno.  “Siamo stati bravi – ammette quest’ultimo – e abbiamo interpretato bene il match fin dall’inizio, cosa che non era mai successa. Siamo calati, ma la Lube ha una panchina lunga e ha cominciato a spingere in battuta. Noi siamo rimasti attaccati a loro tutta la partita nonostante un set chiuso 14-25. Peccato per la quinta frazione di gioco, dove loro sono stati più. Siamo sempre stati sicuri di potere vincere partite come questa, adesso ci manca solo la vittoria e in settimana lavoreremo per questo”.

Farmitalia Catania – Cucine Lube Civitanova 2-3

Farmitalia Catania: Orduna 1, Massari 17, Masulovic 10, Buchegger 27, Randazzo 16, Tondo 4, Pierri (L), Basic 0, Cavaccini (L), Guarienti Zappoli 0, Baldi 0. N.E.
Frumuselu, Bossi, Santambrogio. All. Bua. Cucine Lube Civitanova: De Cecco 3, Yant Herrera 6, Anzani 11, Lagumdzija 13, Bottolo 0, Chinenyeze 18, Bisotto (L), Balaso (L), Zaytsev 8, Nikolov 17, Diamantini 0. N.E. Thelle, Motzo, Larizza. All. Blengini.
ARBITRI: Boris, Cavalieri, Giorgianni.
Set: 25-13, 14-25, 28-26, 15-25, 10-15