11 Aprile, 2021
Home News Campionato Italiano Assoluto di Nuoto: batterie e finali day 4. Eccezionale Gargani...

Campionato Italiano Assoluto di Nuoto: batterie e finali day 4. Eccezionale Gargani nei 50 farfalla

Ultima giornata di gare al Campionato Italiano Assoluto di Nuoto Primaverile, ecco i risultati del mattino e a seguire dalle 17:30 anche quelli del pomeriggio con le finali.

Si inizia alle 9:00 del mattino con i 50 metri dorso maschili, con la prova di Vincenzo Adamo, 2003 della Chiaramonte Nuoto, atleta che ha dimostrato nonostante la giovane età di essere non in perfetta forma a questi Campionati, chiude la sua esperienza di Riccione in 27″65 al 34° posto nonostante un 26″62 di iscrizione.

Nei 50 metri farfalla maschili si qualifica per le finali del pomeriggio Lorenzo Gargani del Cus Udine con un ottimo 5° tempo in 24″11 (23″90 il suo PB), 21° in 24″93 Andrea Facciolà (24″53 il suo tempo di iscrizione) del CSP Palermo e 24° in 24″94 invece Claudio Faraci del C.C. Aniene (24″56 il suo tempo di iscrizione).

Nei 200 misti due i siciliani presenti con il 27° posto di Andrea Savoca della Sicilia Nuoto in 2’07″62 [26″46 – 1’00″43 (33″97) – 1’36″85 (36″42) – 2’07″62 (30″77)] e il 30° posto di Mario Bossone della Pol. Mimmo Ferrito, in 2’08″15 [27″32 – 1’00″82 (33″50) – 1’46″80 (35″98) – 2’08″15 (31″35)].

Infine nei 1500 metri stile libero Davide Marchello, dell’Aurelia, giunge 3° nella serie lenta con 15’36″98 (59″91-2’01″83-4’06″24 – 8’16″33) a poco più di tre secondi dal suo recente personale di 15’33″70.

Finali del pomeriggio dalle 17:30 con la vittoria nei 1500 metri stile libero maschili di Gregorio Paltrinieri in 14’40″38, sette secondi sopra il suo record europeo, buon secondo posto per Luca De Tullio, fratello del più famoso Marco, pugliese del 2003 che chiude in 15’05″31, su Domenico Acerenza, decisamente sottotono a 15’06″39.

Nella stessa gara i 1500 metri stile libero ma al femminile, appena introdotti ai Giochi Olimpici vittoria per Simona Quadarella in 15′ 57″03su Martina Caramignoli in 15’59″13 entrambe ben sotto il tempo per i Giochi Olimpici di Tokyo.

E dopo le gare più lunghe del panorama natatorio si passa ai 50 metri dorso maschili con la vittoria di Lorenzo Mora in 25″30, secondo Simone Sabbioni in 25″34, terzo Simone Stefanì in 25″35.

Vince ma non convince nei 50 metri rana femminili Benedetta Pilato con 29″91, dopo che la mattina era arrivata ad un solo centesimo dal suo record italiano con 29″62, seconda Martina Carraro con 30″65 e terza Arianna Castiglioni in 30″77, tutte e tre qualificate per gli Europei di Budapest.

Nei 50 farfalla maschili mette la mano davanti a tutti Piero Codia in 23″47, secondo Thomas Ceccon in 23″53, terzo un grandissimo, favoloso Lorenzo Gargani, ragusano ex Pol. Zenion da anni emigrato al Nord ed in forza al CUS Udine che si migliora e porta il suo personale a 23″64 rispetto al 23″90 di iscrizione e a soli 24 centesimi dal pass per Budapest.

Nei 50 metri farfalla femminili vince la favorita Silvia Di Pietro in 26″38 su Costanza Cocconcelli in 26″58 e terza Elena Di Liddo in 26″62.

Nei 200 misti maschili grandissima prova di Alberto Razzetti con 1’57″13 nuovo record italiano e tempo per i Giochi di Tokyo, secondo Lorenzo Glessi a 2’00″81 e terzo Matteo Pelizzari in 2’01″38

Infine i 200 metri misti femminili confermano la buona forma di Sara Franceschi che vince in 2’11″57 su Ilaria Cusinato in 2’11″75 e terza  in 2’13″79.

Rispondi

Commenti Recenti

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi