29 Settembre, 2022
HomeNewsIl pallone racconta...quella tra Bari e Palermo è una lunga storia

Il pallone racconta…quella tra Bari e Palermo è una lunga storia

Tutto secondo le più rosee aspettative: esordio al Bacio… perugino con tre punti che pesano sul morale e sulla classifica. Squadra che ha risposto bene al nuovo allenatore Corini che comunque si è trovato la tavola apparecchiata. E lui da galantuomo quale lui è lo ha ammesso: “la vittoria sugli umbri è figlia anche di Baldini”. Premesso tutto questo, la squadra che comunque ha dimostrato carattere e gioco per questo campionato di Serie B in questa settimana è stata puntellata. Sappiamo quanto la B di questo anno sia terribilmente difficile, impervia ed imprevedibile. Le insidie sono ovunque e un calo di tensione può costare caro. Intanto, i rosa di Corini si preparano in vista della difficile trasferta di Bari con la squadra di mister Mignani reduce da un ottimo pareggio al Tardini di Parma.

La storia di Bari-Palermo

Tra Bari e Palermo una storia lunghissima e con un bilancio praticamente in straordinario equilibrio. Nelle partite in Serie A, 16 gare con 6 vittorie dei rosa, 5 pareggi e 5 vittorie per i galletti. In Serie B 42 partite con incredibile equilibrio: 14 vittorie per parti e altrettanti pareggi. In C le squadre si sono incontrate, strano ma vero, una sola volta e nell’ultimo campionato (2022/23) con un pari alla Favorita 0-0 e una vittoria per 2-0 dei rosa nell’ ultima gara di campionato con i biancorossi già promossi in B con reti di Brunori e Floriano.

Ma andiamo indietro nella storia.

La prima gara a Palermo per la serie B nella stagione 1930/31 è finita a reti inviolate 0-0. Al ritorno il Bari vincerà 2-1. Dopo varie altre sfide (vedi tabella a fine articolo) una curiosità: nel 1948/49 a Palermo finisce 3-0 con la seconda rete siglata da Jamos Chewco, un cecoslovacco proveniente dalla Reggina che a Palermo trovò il connazionale Vicpalek. Nella gara di ritorno, Bari vittorioso con una rimonta nel finale dopo il gol del rosanero De Santis. Nel 1949/50 Palermo corsaro a Bari con reti Marzano e Di Maso, con la rete barese Cassani e con un rigore sprecato dal compagno Sentimenti. Il Bari quell’anno fu retrocesso in B. Campo difficile quello di Bari con molte sconfitte per i rosa come quella del 1964/65 all’ultima giornata di B: 2-1 in rimonta per i galletti – 4′ Tinazzi (P), 44′ Galletti (B), 51′ De Nardi (B)- inutile per Bari che non riuscì a salvarsi a causa della concomitante vittoria dei cugini del Trani sul Monza e fu serie C. Nel 1967/68 il Bari in casa vince 1-0 con rete di Mujesan e al ritorno sfiora la vittoria: al gol di Volpati si contrappone all’87’ Perucconi e sul proseguo il Palermo andrà in A e il Bari che perderà il treno per la massima serie nell’ultima giornata pareggiando a Perugia. Saltando poi al 1970/71 arriva un rotondo 4-0 alla Favorita con doppietta di Pellizzaro e reti di Ferrari e Pasetti. A Bari una doppietta di Busalacchi nei minuti finali chiuderà la contesa. Nel trionfale campionato del 1971/72 che si concluderà con la promozione in A per i rosanero Palermo-Bari 2-0 con Favalli, Troja in rete. Al ritorno il Bari restituirà pan per focaccia: 2-0 con Diomedi e Canè in rete. Nel 1973/74 il Bari retrocede in C (1-0 per i rosanero a Palermo con gol di La Rosa e 0-0 sul neutro di Taranto). Nella stagione 1981/82 la partita più calda con un 3-3 alla Favorita (tripletta di De Stefanis per i rosanero, Libera, Iorio e un’autorete di De Stefanis per il Bari) con una tentata invasione in campo e con lacrimogeni sparati dalla Polizia. Quell’anno entrambe le squadre guidate da Renna e Catuzzi regalarono spettacolo e al ritorno finì 2-0 per i biancorossi con gol di Iorio e Acerbis. e Majo in campo con la maglia dei padroni di casa fece una partita da 10 e lode. Nel campionato 93/94 il Palermo torna ad espugnare Bari, finisce 0-1 con gol di Soda. Passando all’epoca “zampariniana” nel 2002/03 a Bari il Palermo vince con una rete di Maniero. L’anno successivo le strade tra le due squadre si dividono con il Palermo che va in A e il Bari che precipita in C e nelle due gare il Palermo soccombe a Bari per 2-1 con reti al 29′ di Cordova (B), al 35′ di Corini (P),al 41′ di De Rosa (B). Il ritorno con un 3-0 alla Favorita i rosa si riscattano con il Palermo già promosso matematicamente in A che spedisce il Bari a fare lo spareggio poi perso contro il Venezia. Le due squadre si ritroveranno in A nel 2009/10 e a Bari fu spettacolo con i padroni di casa da applausi contro un Palermo che vendette cara la pelle soccombendo pero alla fine per 4-2. Bari già al 7′ sul 2-0 con Bonucci e Alvarez, poi i rosa vanno sul 2-2 con Cavani e Pastore, seguiti dall’espulsione di Liverani e nel finale Barreto e Koman demoliscono la difesa rosa. L’ultima sfida di serie B a Bari si avrà l’11 dicembre 2017 con l’armata rosanero che vince 3-0 con reti di Rispoli, Trajkoski e Coronado. L’ ultima sfida in ordine di tempo è quella già descritta all’inizio: 0-2 con la vittoria del Palermo di Baldini con reti di Brunori e Floriano. E alla fine entrambi promosse in B con i rosa straordinariamente protagonisti dei playoff.

B 1930/31 PALERMO Bari    0-0

    Bari PALERMO    2-1

A 1932/33 PALERMO Bari    1-0

    Bari PALERMO    1-1

A 1935/36 PALERMO Bari    2-1

    Bari PALERMO    1-0

A 1948/49 PALERMO Bari    3-0

    Bari PALERMO    2-1

A 1949/50 PALERMO Bari    2-0

    Bari PALERMO    1-2

B 1955/56 Bari PALERMO    0-1

    PALERMO Bari    1-0

B 1957/58 Bari PALERMO    2-1

    PALERMO Bari    3-0

A 1959/60 Bari PALERMO    1-0

    PALERMO Bari    1-1

B 1964/65 PALERMO Bari    2-1

    Bari PALERMO    2-1

B 1967/68 Bari PALERMO    1-0

    PALERMO Bari    1-1

A 1969/70 Bari PALERMO    1-0

    PALERMO Bari    0-0

B 1970/71 PALERMO Bari    4-0

    Bari PALERMO    2-0

B 1971/72 PALERMO Bari    2-0

    Bari PALERMO    2-0

B 1973/74 PALERMO Bari    1-0

    Bari PALERMO    0-0

B 1977/78 Bari PALERMO    1-1

    PALERMO Bari    1-0

B 1978/79 PALERMO Bari    1-1

    Bari PALERMO    1-0

B 1979/80 PALERMO Bari    1-1

    Bari PALERMO    1-1

B 1980/81 PALERMO Bari    1-1

    Bari PALERMO    2-0

B 1981/82 PALERMO Bari    3-3

    Bari PALERMO    2-0

B 1982/83 Bari PALERMO    1-0

    PALERMO Bari    1-1

B 1993/94 PALERMO Bari    1-0

    Bari PALERMO    0-1

B 1996/97 Bari PALERMO    1-1

    PALERMO Bari    1-2

B 2001/02 Bari PALERMO    2-0

    PALERMO Bari    0-0

B 2002/03 Bari PALERMO    0-1

    PALERMO Bari    2-2

B 2003/04 Bari PALERMO    2-1

    PALERMO Bari    3-0

A 2009/10 PALERMO Bari    1-1

    Bari PALERMO    4-2

A 2010/11 Bari PALERMO    1-1

    PALERMO Bari    2-1

B 2013/14 Bari PALERMO    2-1

    PALERMO Bari    2-1

B 2017/18 Bari PALERMO    0-3

    PALERMO Bari    1-1

C 2021/22 Palermo Bari 0-0

      Bari Palermo 0-2

COPPA ITALIA

In Coppa Italia quattro gli incontri con una vittoria dei pugliesi 1-0 con gol di Postiglione (1962/63) e pareggio 1-1 a Bari nel 1973/74 con reti di Scarrone e autogol del biancorosso Cazzola. Nel 2005/06 dopo 0-0 ancora al San Nicola ritorno pirotecnico 5-4 alla Favorita con le seguenti reto: 7′ Gonzalez (P), 19′ (rig.) Vantaggiato (B), 45′ (rig.) Corini (P), 56′ Pagano (B), 60′ Codrea (P) 62′ Terlizzi, 66′ Gonzalez (P), 68′ Santoruvo (B), 78′ L. Anaclerio (B)

La sfida di venerdì vista da Giuseppe Misiano

E’ un Bari-Palermo molto stimolante quello in programma per la seconda giornata del campionato di Serie B 2021/2022. Uno dei principali Derby del Sud che molte volte hanno incrociato i loro destini un pò in tutte le categorie, dalla C alla A, con una netta prevalenza dei rosanero nelle ultime 10 gare ufficiali (5 vittorie, 4 pareggi, una sconfitta). Provengono entrambe dalla C ma nessun timore reverenziale hanno palesato alle loro prime rispettive uscite.

Il Bari alla prima giornata ha sorpreso per compattezza organizzazione di gioco al cospetto del Parma che sulla carta presentava un organico superiore per qualità e nomi. Ha stravinto a Verona la settimana precedente in Coppa Italia. Non vi è dubbio che Antenucci, Cheddira e Folorunsho stanno trascinando il Bari in questo momento in cui si vede il grande lavoro di Mignani nell’ultimo anno e mezzo. Colpisce positivamente anche il talento del giovane portiere Caprile. Aspettando Zuzek e soprattutto Gytkjaer dal mercato, i galletti cercheranno di dare continuità a quanto visto sinora anche contro il Palermo, con il caloroso supporto dei tifosi biancorossi che hanno ben risposto alla campagna abbonamenti e alla prevendita per il match di venerdì sera al San Nicola.

Il Palermo dal canto suo è ancora un cantiere aperto in cui le improvvise dimissioni di Baldini sembrano non avere causato grossi traumi ai rosanero. Merito anche di Corini, il sostituto (il più amato tra la rosa dei nomi in ballo prima dell’esordio col Perugia) il quale molto opportunamente non ha compiuto (ancora) la sua rivoluzione tattica, lasciando impianto e concetti di gioco baldiniani nel corso dell’esordio – come detto – col Perugia. Il risultato è stato una tonica e convincente vittoria con gli umbri che ha fugato i dubbi sulle attese e sui ritardi nelle strategie di calciomercato che sono ancora in divenire. Anche a Palermo l’entusiasmo è tangibile con ottime risposte del pubblico con gli abbonamenti e ai botteghini. Palermo Perugia è stata la partita più vista allo stadio della Serie B e la settima nella top ten italiana (quindi, Serie A inclusa).

Bari e Palermo ben rappresentano dunque il fascino di questa Serie B appena iniziata che vedrà in questa stagione ben 6 capoluoghi di regione e 16 regioni italiane rappresentate. Il richiamo voluto dalla lega B che recita “il campionato degli italiani” accredita questo torneo come vero crocevia di passioni e rivalità nostrane senza nulla da invidiare alla serie A, nonostante il suo corredo di stelle sicuramente non paragonabile a quello del torneo cadetto.

E’ ancora presto per delineare il roster delle favorite. Sulla carta, Genoa e Cagliari hanno le credenziali maggiori per la vittoria finale, ma nulla è scontato. Questo torneo ha sempre stupito per l’equilibrio e per il sovvertimento dei pronostici. In questo momento sorprende un pò la doppia battuta a vuoto del Pisa che ha incassato 8 gol in due partite (la prima in Coppa Italia, la seconda all’esordio). I verdetti ovviamente saranno scritti solo a maggio. Da qui ad allora nulla è precluso. Lo spettacolo è assicurato.

Rispondi

Commenti Recenti