5 Febbraio, 2023
HomeSportCiclismoSindrome Femoro-Rotulea, il principale problema che affligge il ciclista amatore

Sindrome Femoro-Rotulea, il principale problema che affligge il ciclista amatore

L’articolazione del ginocchio lega la parte distale femorale con il piatto tibiale, questa giunzione permette il movimento e la stabilità dell’arto, mentre i legamenti crociati (anteriore e posteriore), che ci permettono di piegare la gamba, li possiamo paragonare ad elastici che tengono in equilibrio linearità ed ampiezza del movimento del ginocchio (adduzione e abduzione). Quando i legamenti sono meno robusti si parla di lassità legamentosa, le cui principali conseguenze sono: dolori articolari, mancanza di equilibrio, iper estensione e possibili lesioni del crociato.

Legamenti crociati

Il ciclismo è uno sport a basso impatto articolare e quindi evita diverse patologie conseguenti alla lassità legamentosa, nonostante ciò questa condizione si lega al lavoro delle catene muscolari anteriori e posteriori ossia catene flessoria ed estensoria, ma non viene esasperata dal movimento della pedalata.Tra i problemi più frequenti del ciclista amatore c’è proprio la sindrome Femoro-Rotulea, questa condizione dolorosa colpisce l’articolazione tra femore e rotula, dando luogo a una sintomatologia nel compartimento anteriore del ginocchio. Questa sindrome può essere causata anche dalla lassità legamentosa, l’iperestensione infatti, sovraccarica i condili e menisco sfociando in tecnopatie.

Lassità crociato

Chiaramente un soggetto con evidente presenza di lassità legamentosa dovrà essere attenzionato in fase di valutazione biomeccanica, in questa fase infatti, si possono mettere in atto una serie di modifiche che tendano alla stabilizzazione degli snodi articolari degli atti inferiori con l’obbiettivo di portare massima stabilità al ginocchio.

Il primo consiglio è quello di rivolgersi al medico ortopedico per una visita specialistica in modo da scongiurare problemi più seri e consigliare al paziente il percorso più idoneo.

Il chinesiologo biomeccanico deve lavorare su indicazioni e diagnosi dello specialista, questa sinergia tra il medico ortopedico e il dottore chinesiologo può fare la differenza sulla salute del paziente.

Rispondi

Commenti Recenti